Formica cunicularia

Formica cunicularia Latreille, 1798 è è una specie appartenente al sottogenere Serviformica.

In natura è quindi preda di raid e da parte del sottogenere Raptiformica e del genere Polyergus.

Diffusa in gran parte d’Europa e in Marocco.

MEDIA





  • Adatta alle prime esperienze.
  • Si tratta di una specie dalla crescita molto rapida, alla fine della seconda estate, o all’inizio del terzo anno, si può avere una colonia che conta quasi un migliaio di operaie, con ulteriore crescita l’anno successivo.
  • Le operaie sono rapide e si agitano facilmente.
  • Le operaie di questa specie sono agili e molto attive, in grado di rispondere al reclutamento in maniera molto rapida in caso di minaccia per la colonia o nel caso di ritrovamento di prede.
  • All’inizio, la colonia, sarà piuttosto timida, comportamento che verrà abbandonato non appena il numero di operaie crescerà.
  • Monoginica, anche se sono stati segnalati in natura rari casi di poliginia.
  • Fondazione claustrale.

Indicativamente da Maggio a Luglio

  • LUNGHEZZA: 8-9mm
  • COLORE: Nero con zampe di colore marrone o rosso scuro.
  • LONGEVITÀ: 10-14 anni.
  • LUNGHEZZA: 6-8mm
  • COLORE: Nero o marrone, il mesosoma può tendere al marrone chiaro o rosso scuro
  • CASTE: Unica e monomorfica
  • SVILUPPO:
    • Uovo-Larva: 10-15 giorni
    • Larva-Pupa: 8-10 giorni
    • Pupa-Adulto: 10-15 giorni
  • LONGEVITÀ: 1-2 anni

Nidifica nel terreno, spesso sotto a rocce o radici.

Regime onnivoro

  • Fonti proteiche: Insetti di piccola taglia vivi e morti (es. zanzare, moscerini, grilli, blatte, camole…), piccoli avanzi di cucina (es. pollo, prosciutto cotto, uova, ecc…)
  • Fonti zuccherine: Miele, miele diluito, acqua e zucchero o frutta molto matura.
  • Minima: 22°C
  • Ottimale: 24-28°C
  • Massima: 32°C
  • Ottimale: 60-70%,
  • Deve essere presente un punto umido all’interno del formicaio.

CONSIGLIATA

  • Da Novembre a Febbraio con temperatura da 5 a 10°C
  • Questa specie non si immobilizza completamente durante l’inverno ma rallenta di molto l’attività.
  • Normalmente durante l’inverno non è presente alcun tipo di covata nel nido.

MATERIALI CONSIGLIATI:

  • CAA
  • Gesso
  • Cemento
Campioni da Antweb
Antweb.org
it_ITIT